Tartufi italiani, varieta, caratteristiche e proprieta.

L'emozionante ricerca dei Tartufi.

La ricerca dei tartufi
un appassionante contatto con la
natura ed il bosco.

Tartufaie naturali

Le tartufaie naturali Cominciamo con il dire che, contrariamente a quello che molte persone credono, il tartufo non e affatto tipico solo del Piemonte, benché in questa regione se ne trovino di buona qualita e di bell'aspetto. Il Tartufo e infatti molto diffuso in Romagna, in Toscana, in Umbria, nelle Marche, oltre che in Campania, in Veneto e Lombardia. Contrariamente a quello che avviene nelle tartufaie dove vegeta il tartufo nero, nelle tartufaie di tartufo bianco non si assiste ad una scomparsa o diradamento delle vegetazioni erbacee e quindi nessun segnale ne fa rilevare o sospettare la presenza.

Un tipico bosco da tartufi I tartufi bianchi piu profumati sono quelli che nascono in simbiosi con piante di quercia e di tiglio, con polpa marrone i primi e screziata di rosso i secondi. Il Tartufo bianco pregiato (Tuber magnatum pico), a differenza del nero pregiato, vegeta nei terreni marnoso-calcarei e marnoso-argillosi del Terziario sia nel miocene che nel pliocene, in luoghi preferibilmente umidi e freschi come lungo i fossi, i canali e i torrenti.

I tartufi di Urbani sempre freschi di giornata Nelle zone ricche di pietre e sassi di solito si cavano tartufi di forma piu irregolare e globosi, mentre nei terreni piu friabili lo sviluppo naturale del tartufo da luogo a forme piu regolari e lisce e quindi di maggior valore commerciale.